Regole d’esercizio per l’utilizzo dei droni in Svizzera

Per ora la Svizzera resta uno dei paradisi per poter far volare il proprio drone, infatti non sono richieste licenze o particolari autorizzazioni se si seguono le regole dell’ufficio preposto alla regolamentazione del volo per gli aereomodelli che è l’UFAC (Ufficio federale dell’aviazione civile).

Partiamo dalla definizione di Drone :

I droni sono apparecchi volanti telecomandati, generalmente di piccole dimensioni. In termini giuridici sono equiparati agli aeromodelli. In linea di principio se il loro peso è inferiore ai 30 kg possono essere utilizzati senza alcuna autorizzazione. La condizione essenziale è tuttavia che il “pilota” mantenga costantemente il contatto visivo con il drone. I droni non possono inoltre sorvolare assembramenti di persone.

Vi sono delle regole fondamentali da seguire senza avere alcuna autorizzazione dall’UFAC e sono le seguenti :

  1. Si possono guidare droni che siano di peso inferiore ai 30 kg con contatto visivo diretto del pilota.
  2. Droni utilizzati nel contesto di campi volo per aereomodelli o come partecipante ufficiale a manifestazioni aereonautiche.
  3. Droni utilizzati all’aperto in natura o in quartieri abitativi senza assembramenti (ovvero piu’ di due decine di persone in spazi ristretti) rispettando sempre la privacy degli altri.

Inoltre non si possono utilizzare droni e aeromodelli all’interno di un raggio di cinque chilometri intorno agli aerodromi civili e militari senza disporre di un’autorizzazione rilasciata dal capo d’aerodromo o dai servizi della navigazione aerea (Skyguide). Attorno agli aerodromi più grandi vige altresì una cosiddetta zona di controllo (CTR), il cui raggio è superiore a cinque chilometri (carta restrizioni per droni), all’interno della quale i droni e gli aeromodelli non possono superare i 150 metri d’altezza dal suolo. All’esterno di tali aree bisogna comunque tener presente che, a partire da 150 metri dal suolo nelle zone disabitate e da 300 metri sopra quelle abitate, circolano anche aeromobili ed elicotteri adibiti al trasporto di persone. Difficilmente questi ultimi avrebbero la possibilità di individuare tempestivamente e schivare un drone o un aeromodello.

L’utilizzo di un drone da gara FPV con occhiali è consentito soltanto se un secondo operatore si trova nello stesso luogo e sia in grado di intervenire in caso di necessità. (Fonte UFAC)

“All’interno del campo visivo del “pilota” l’utilizzo di video occhiali e simili è consentito a condizione che un secondo “operatore” sorvegli le operazioni di volo e in caso di necessità possa intervenire in qualsiasi momento alla guida dell’apparecchio. L’operatore e il pilota devono trovarsi nello stesso luogo.”

Si sconsiglia di utilizzare il proprio multicottero senza aver prima verificato che la propria assicurazione di responsabilità civile copra i danni eventuali per almeno un milione di franchi. Questa prescrizione si applica già a tutti gli aeromodelli di peso superiore a 500 grammi. Occorre utilizzare il proprio multicottero in modo responsabile, evitando di avvicinarsi eccessivamente a persone e animali, e senza dimenticare che il proprio hobby potrebbe arrecare disturbo a terzi.

Se si vuole paragonare la normativa Svizzera con quella di altri paesi, in rete vi sono diversi blog che trattano questo argomento. Il consiglio, se si porta con se il proprio drone in vacanza, è quello di informarsi prima sulle normative di volo del paese visitato evitando cosi’ di incorrere in spiacevoli disavventure con le autorità locali.

Buon volo a tutti.

 

 

6 pensieri riguardo “Regole d’esercizio per l’utilizzo dei droni in Svizzera”

  1. Buongiorno,
    Volevo chiedere se è comunque possibile far volare areomodelli di peso inferiore ai 500g all’interno dei 5km.

    1. Buongiorno Samuele,

      la normativa proibisce l’uso dei droni (o aereomodelli)a una distanza inferiore a 5 km dalle piste di un aerodromo.
      A tale proposito è possibile individuare tali zone consultando la carta interattiva dei droni dove vengono mostrate le zone soggette a divieti o limitazioni. Qui di seguito il link

      Carta interattiva dei droni

      Spero di esserti stato d’aiuto. non esitare a contattarmi per ulteriori info.
      Marco

  2. Salve,
    consiglierei comunque di aggiungere un paragrafo per ciò che riguarda l’FPV in quanto è consentito solo se un secondo operatore possa mantenere il contatto visivo con l’apparecchio.

    “All’interno del campo visivo del “pilota” l’utilizzo di video occhiali e simili è consentito a condizione che un secondo “operatore” sorvegli le operazioni di volo e in caso di necessità possa intervenire in qualsiasi momento alla guida dell’apparecchio. L’operatore e il pilota devono trovarsi nello stesso luogo.”

    Fonte:
    https://www.bazl.admin.ch/bazl/it/home/buono-a-sapersi/droni-e-aeromodelli.html

    1. Buongiorno Niko,

      certamente ! considero il suo commento come un’integrazione all’articolo. Questa sera inseriro’ la modifica.

      I suggerimenti sono sempre ben accetti.

      Grazie e buona giornata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *